Itinerario Cinematografico
HOME > Turismo Sicilia > Cinema Sicilia Sud Orientale

Il cinema in Sicilia sud orientale

Informazioni turistiche per ammirare le località delle riprese cinematografiche

Lo stile ed il valore architettonico di chiese e palazzi delle città della Sicilia sud orientale, la sontuosità delle costruzioni nobiliari esistenti nel territorio (anche in aperta campagna), i piccoli borghi agricoli e i porticcioli marinari che non hanno subìto le grandi trasformazioni di norma provocate da una massiccia industrializzazione o dalla estrema modernizzazione, hanno spesso rappresentato terreno fertile per registi cinematografici o televisivi che si sono avvalsi di questi luoghi per le riprese dei loro film, prendendo atto dell’enorme impatto scenografico espresso da queste località sospese nel tempo. Registi siciliani e non hanno raccontato romanzi e novelle di scrittori quali Pirandello, Verga, Camilleri, Vitaliano Brancati ecc. attraverso le scene interpretate da attori di fama internazionale ora presso i vicoli di Ragusa Ibla, ora nella piazzetta del Borgo di Marzamemi oppure ancora nel Castello di Donnafugata o nella splendida Piazza Duomo di Siracusa.
L’elevato numero di film o di semplici scene girate tra le province di Siracusa e Ragusa rende arduo l’intento di tracciare un percorso dettagliato delle location; desideriamo quindi menzionare una selezione di film che riteniamo abbiano una maggiore valenza sia per l’importanza di registi e attori che per il maggior numero di riprese effettuate nel nostro territorio, senza comunque togliere merito agli esclusi, indicando tra parentesi l’anno di produzione e i luoghi delle riprese.

Elenco dei film

- “Anni difficili” di Luigi Zampa, indimenticabile film che propone la prima trilogia di un romanzo di Vitaliano Brancati (1948, Modica);
- “Anni facili” di Luigi Zampa, è la seconda trilogia del romanzo di Vitaliano Brancati (1953, Noto);
- “Cavalleria rusticana” di Carmine Gallone (1953, Noto e Palazzolo Acreide); “Viva l'Italia”, di Roberto Rossellini (1960, Noto);
- “L'Avventura”, di Michelangelo Antonioni (1960, Noto);
- “Divorzio all’italiana” di Pietro Germi, con Marcello Mastroianni, Lando Buzzanca, Stefania Sandrelli (1961, Ragusa Ibla e Ispica);
- “Casanova '70” di Mario Monicelli, con Marcello Mastroianni, Virna Lisi, Enrico Maria Salerno, Liana e Moira Orfei (1965, Siracusa e provincia);
- “Assicurasi vergine”, di Giorgio Bianchi, con la giovanissima Romina Power (1967, Siracusa, Noto e Ragusa);
- “Gente di rispetto” di Luigi Zampa, che ripropone l’omonimo romanzo di Giuseppe Fava, con Franco Nero e Jennifer O’Neel (1975, Palazzolo Acreide e Ragusa);
- “Kaos”, dei fratelli Taviani, film che propone alcune novelle di Luigi Pirandello (1984, Siracusa, Ragusa Ibla e Modica);
- “Il barbiere di Siviglia” di De Quell (1986, Donnafugata);
- “Il ladro di bambini”, di Gianni Amelio (1992, Marina di Ragusa, Ragusa, Noto);
- “La discesa di Aclà a Floristella”, di Aurelio Grimaldi (1992, Siracusa e Provincia);
- “Arriva la bufera” di Daniele Luchetti (1993, Siracusa e Noto); “Storia di una capinera” di Franco Zeffirelli, tratto da un romanzo di Giovanni Verga (1993, Noto e Palazzolo Acreide);
- “Sud” di Gabriele Salvatores (1993, Marzamemi);
- “Colpo di luna” di Alberto Simone, con Nino Manfredi (1995, Siracusa e provincia e Chiaramente Gulfi);
- “L'uomo delle stelle” di Giuseppe Tornatore (1995, Siracusa, Noto, Marzamemi, Monterosso Almo e Ragusa Ibla);
- “Marianna Ucrìa”, di Roberto Faenza (1997, Siracusa, Palazzolo Acreide e Chiaramente Gulfi);
- “La stanza dello scirocco” di Maurizio Sciarra, con Giancarlo Giannini e Tiziana Lodato (1998, Donnafugata e Monterosso Almo);
- “Commissario Montalbano” (1999, Ragusa Ibla, Donnafugata, Scicli, Siracusa, ecc);
- “Sicilia!” di Danièle Huillet e Jean-Marie Straub (1999, Siracusa e provincia);
- “Malèna” di Giuseppe Tornatore, con Monica Bellucci (2000, Siracusa e Noto);
- “Nati stanchi” di Dominick Tambasco, con Ficarra e Picone (2001, Siracusa e Palazzolo Acreide);
- “Salvatore - Questa è la vita” di Gian Paolo Cugno (2006, Pachino);
- “Il figlio della luna”, di Gianfranco Albano (2006, Siracusa);
- “L’ultimo dei corleonesi”, di Alberto Negrin (2007, Monterosso Almo);
- “Maria Venera” di Beppe Cino (2007, Modica).

Potrebbero interessarti anche:
turismo balneare
itinerario Barocco
itinerario naturalistico
turismo enogastronomico

Notovacanzesicilia: portale turistico per la Sicilia Sud Orientale
ultimo aggiornamento due aprile duemilasedici